Busto Arsizio 20-06-2015

IL CASO

Diretta tv sui profughi: "Vergogna"

Eritrei fuggiti, Rete 4 a Busto Arsizio: in piazza Pleblescito. E la Lega insorge

Diretta tv sui profughi:
Diretta tv sui profughi: "Vergogna" 4

«Vergogna», gridano i leghisti in piazza Plebiscito a Busto Arsizio, cercando di farsi sentire perché non sono più di 22. «Vergogna», ribadisce Paolo Del Debbio dagli studi di Rete 4. Il collegamento in diretta con Dalla vostra parte dovrebbe permettere uno sfogo contro l’inquietante situazione di via dei Mille, dove «127 profughi sono collocati in sette appartamenti», ma c’è poco spazio per parlare e, alla fine, la rabbia esplode parlando non di immigrati ma di rom. Con un sonoro «vaffa» che Del Debbio ritiene «meno parolaccia di quanto possano esserlo le immagini di Ventimiglia con gli immigrati assiepati sugli scogli».
È un giorno particolare quello in cui Rete 4 arriva a Busto con Roberto Poletti. Il prefetto di Varese aveva ricordato giovedì 18 giugno la scadenza della gara per accogliere 250 persone e venerdì sono arrivate alcune offerte. «Evidentemente - chiarisce Giorgio Zanzi - tutti hanno atteso la scadenza del termine. Si tratta di alcune realtà del territorio disponibili a gestire l’accoglienza. Finché non apriremo le buste, non avremo idea di come agire. Bisogna prima verificare l’integrità delle buste. 

«Potrebbe essere, ed  è già successo - spiega il prefetto - che chi si fa avanti non abbia i requisiti necessari. Ci vorrà qualche  settimana».

Ce la farete?

«È una realtà con la quale stiamo convivendo, mi auguro si possa risolvere. Tutto è legato a soluzioni che non possiamo prevedere. Man mano che vengono assegnate quote di persone, dobbiamo trovare il modo di fornire la prevista assistenza. Non è detto che le  offerte coprano i  250 posti».
Tutto questo non piace ai leghisti bustesi. Perché non piace come vanno le cose in via dei Mille. Fra bandiere con l’Alberto da Giussano e dei Giovani Padani, sono schierati i principali politici locali: il vicesindaco Giampiero Reguzzoni, gli assessori Paola Reguzzoni e Ivo Azzimonti, i consiglieri Isabella Tovaglieri, Marco Albertini e Max Rogora; il segretario Stefano Ferrario, con alcuni militanti. Si aggiungono esponenti e bandiere di Fratelli d’Italia. Davanti a loro Giovanni Venturelli, proprietario di uno degli appartamenti della casa Enel, che ha dovuto scegliere di andarsene dallo stabile, e Gian Piero Bertani che sta per affrontare lo stesso passaggio. Dallo studio si collegano con la stazione Centrale di Milano, dove solo giovedì sono arrivati in 270, e con Ventimiglia, dove chi tenta di entrare in Francia viene respinto.
 «A Busto  - apre il collegamento Poletti - l’amministrazione si vede buttare lì 127 persone senza sapere niente e, in centro, ci sono persone costrette a scappare via dalla loro casa». Mentre in video litigano Giorgia Meloni (FdI) e Valentina Castaldini (Ncd) in piazza arrivano alcuni curiosi. Pochi anche quelli.
«La Prefettura l’anno scorso ha mandato a Busto 60 profughi, che per me sono immigrati clandestini, e noi l’abbiamo saputo dai cittadini - lamenta il vicesindaco -. Poi ne sono arrivati altri. L’azienda agricola di Katiuscia Balansino gestisce in tutto, in provincia di Varese, centinaia di persone per 5 milioni di euro l’anno». Quindi Reguzzoni invita la Castaldini ad andare «a fare la spesa nei supermercati, dove gli anziani raccolgono la verdura»
È un coro di «Prima noi!» e «Vergonga!». Poi in studio parlano di Rom e in piazza Marina sbotta “Sono un’ italiana, chi non ha la cittadinanza italiana deve andarsene. È gente che ruba e distrugge. Vaffa...»».
La trasmissione è finita. Poletti promette di tornare. Perché «qui la situazione è scandalosa». E nemmeno sa quanto sia peggiorata con il Ramadan: i 127, svegli di notte, tengono sveglio anche il vicinato.

Intanto a Gallarate è polemica.

I profughi alla caserma dell’aeronautica di viale Milano? «Sconcertante», «fantasie della Lega».

Il capogruppo del Pd Ivano Ventimiglia non ce l’ha fatta a trattenersi giovedì 18 giugno in consiglio comunale. Dopo l’intervento in apertura del sindaco Edoardo Guenzani che ha definito l’ipotesi dei rifugiati al casermone «priva di fondamento», l’esponente democratico l’ha buttata sul piano politico, andando ad attaccare quel Carroccio che l’anno prossimo potrebbe essere il competitor principale nella conquista di Palazzo Borghi: «La Lega è a corto di proposte e inventa i fantasmi. Temo che d’ora in poi dovremo aspettarci il peggio, allora sentiremo alla radio che c’è l’invasione degli alieni, magari da qualche emittente padana».

Diverso, per Ventimiglia, è «affrontare con serietà le questioni». E la Lega Nord, dove ha amministrato o amministra, «dimostra di non essere in grado di gestire problemi sempre più urgenti che riguardano questo come altri Comuni».

Angela Grassi

© Riproduzione Riservata

Privacy Policy


La Presente Privacy Policy ha lo scopo di descrivere le modalità di gestione del sito web www.prealpina.it (in seguito anche il “Sito”), in riferimento al trattamento dei dati personali dell’Utente che lo consulta (in seguito anche l’“Utente”).

Si tratta, in particolare, di un’informativa che è resa ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. n. 196/03 recante il “Codice in materia di protezione dei dati personali” (in seguito anche “Codice Privacy”) a coloro che si collegano al Sito.

Il Sito è di proprietà della Società Sev S.p.A. con sede legale in (21100) Varese, Viale Tamagno, 13, CF e P. IVA 00237060124 (in seguito anche la “Società”), che garantisce il rispetto della normativa contenuta nel Codice Privacy.

La presente informativa è resa solo con riferimento al Sito e non anche per altri siti web eventualmente consultati dall’Utente tramite link.

L’Utente dovrà leggere attentamente la presente Privacy Policy prima di inoltrare qualsiasi tipo di informazione personale, di compilare qualunque modulo elettronico presente sul Sito stesso o di sottoscrivere una delle tipologie di abbonamento al quotidiano La Prealpina offerte sul Sito (in seguito anche “Abbonamento”).


1. Titolare del trattamento.

Il Titolare del trattamento è la Società Sev S.p.A. con sede legale in (21100) Varese, Viale Tamagno, 13, CF e P. IVA 00237060124 ed il responsabile è il sig. Marcello Antonio.


2. Tipologia di dati trattati e finalità di trattamento.

1) Dati di navigazione.

I sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del Sito acquisiscono, nel normale esercizio, alcuni dati personali che vengono poi trasmessi implicitamente nell’uso dei protocolli di comunicazione Internet.

Si tratta di informazioni che, per loro natura, potrebbero, mediante associazioni ed elaborazioni con dati detenuti da terzi, permettere di identificare gli Utenti (ad esempio, tramite l’indirizzo IP, i nomi di dominio dei computer utilizzati dagli Utenti che si collegano al Sito, …) (in seguito anche i “Dati”).

I Dati vengono utilizzati solo per informazioni di tipo statistico (e sono, quindi, anonimi) e per controllare il corretto funzionamento del Sito e vengono cancellati subito dopo l’elaborazione.

I Dati potrebbero essere utilizzati per l’accertamento di responsabilità in caso di ipotetici reati informatici ai danni del Sito o della Società: salva questa eventualità, allo stato, i dati sui contatti web non persistono per più di sette giorni.

Nessun dato personale dell’Utente viene, in proposito, acquisito dal Sito, né viene fatto uso di cookie per la trasmissione di informazioni di carattere personale o di cookie persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi di tracciamento dell’Utente.

L’uso dei c.d. cookie di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell’Utente e svaniscono con la chiusura del bowser) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del Sito

I menzionati cookie di sessione evitano, in ogni caso, il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione dell’Utente e non consentono l’acquisizione di dati personali identificativi dell’Utente.

Per ulteriori approfondimenti circa le tipologie e modalità di utilizzo dei cookie da parte del Sito, è possibile consultare la Cookie Policy qui.

2) Dati forniti volontariamente dall’Utente.

Si tratta dei dati personali forniti direttamente dall’Utente all’atto della registrazione necessaria al fine di accedere al Sito e/o in particolari sezioni dello stesso od alla sottoscrizione di una tipologia di abbonamento proposta sul Sito, vale a dire tutte quelle informazioni personali che consentono l’identificazione dell’Utente (quali, ad esempio, nome e cognome, indirizzo, indirizzo di posta elettronica, numeri telefono, altri numeri e/o codici di identificazione personale) o che sono state inviate alla Società per partecipare alle attività del Sito (ad esempio, immagini o video).

L’invio facoltativo, esplicito o volontario di posta elettronica agli indirizzi indicati sul Sito o la compilazione di moduli per la raccolta dei dati personali o l’invio di materiale audio/video comporta la successiva acquisizione dell’indirizzo del mittente, necessario per rispondere alle richieste, nonché degli eventuali altri dati personali inviati/inseriti.


3. Modalità del trattamento.

I dati personali sono trattati con strumenti automatizzati o manualmente per il tempo strettamente necessario a conseguire gli scopi per cui sono stati raccolti.

Specifiche misure di sicurezza sono osservate per prevenire la perdita dei dati, usi illeciti o non corretti ed accessi non autorizzati. Sul punto, si evidenzia, tuttavia, che, presa coscienza dei rischi legati alla divulgazione di dati personali, nessun sistema è totalmente sicuro od a prova di manomissione da parte di hacker.

A tal fine, la Società evidenzia che sono state poste in essere, ai sensi degli artt. 33 e ss. del Codice Privacy, tutte le misure ragionevolmente necessarie per impedire e minimizzare i rischi dovuti ad accessi non autorizzati, trattamenti, alterazioni o distruzioni non autorizzate o contrarie alla legge.


4. Finalità del trattamento.


I dati personali sono trattati con le finalità di seguito indicate:

a) finalità connesse alla fornitura dei servizi e/o prodotti offerti dal Sito: a mero titolo esemplificativo, fornire i servizi e/o prodotti richiesti dall’Utente; consentire la partecipazione alle attività promosse dal Sito; gestire la comunità degli Utenti; gestire la registrazione al Sito; rispondere a specifiche richieste dell’Utente; adempiere ad obblighi di legge o contrattuali (od esercitare facoltà derivanti dal contratto). Il conferimento dei dati per tale finalità è necessario per usufruire dei servizi richiesti o di accedere al Sito.

b) Invio di comunicazioni commerciali (marketing) e vendita diretta: previo ottenimento del consenso espresso da parte dell’Utente, i dati personali potranno essere utilizzati a fini di invio di comunicazioni commerciali (marketing) e/o vendita diretta, tramite e-mail, fax, telefono ed ogni altra tecnologia di comunicazione a distanza, presente od in futuro sviluppata, per la promozione di beni e servizi propri o di soggetti terzi. Il conferimento dei dati per tale finalità è facoltativo ed un eventuale rifiuto al conferimento non comporterà l’impossibilità di usufruire dei servizi offerti dalla Società.

Tuttavia, anche in caso di consenso, l’Utente avrà comunque il diritto di opporsi, in tutto od in parte, al trattamento dei propri dati personali per finalità di marketing e/o vendita diretta, facendone semplice richiesta alla Società, senza alcuna formalità.


5. Ambito di comunicazione e diffusione.

Potranno venire a conoscenza dei dati personali dell'Utente, i soggetti nominati di volta in volta dalla Società quali responsabili od incaricati del trattamento, in particolare la società SOFTPLACE Srl, con sede legale in Via Massaua n. 6 – 13900 BIELLA (BI) – CF e P.IVA 02255690022 essendo, quest’ultima, incaricata dalla Società della gestione e della manutenzione del Sito.

I dati personali potranno essere comunicati a:

- società controllate/controllanti o collegate della Società, soggetti cessionari di azienda o di ramo d'azienda, società risultanti da possibili fusioni o scissioni della Società, i quali potranno utilizzarli per le medesime finalità specificate alle lettere a) e b) di cui sopra.

Previo ottenimento del consenso espresso dell'Utente, i dati personali potranno altresì essere comunicati a:

- altre società che svolgono attività nei settori dell'intrattenimento, delle produzioni audio/video, dei social networking;

- società partner commerciali, coinvolte in specifici progetti/iniziative promossi dalla Società sul Sito, cui l'Utente ha aderito.

Le suddette società potranno, a loro volta, utilizzarli per finalità di marketing, comunicazioni pubblicitarie e vendite diretta relativamente a beni e servizi propri o di terzi, tramite e-mail, fax, telefono e qualsiasi altra tecnica di comunicazione a distanza, presente od in futuro sviluppata. Tali soggetti agiranno come autonomi titolari del trattamento.

Il consenso alla comunicazione dei dati personali è facoltativo ed un eventuale rifiuto non comprometterà la possibilità di iscriversi al Sito e partecipare alle iniziative promosse dalla Società. Anche in caso di consenso, l'utente avrà comunque il diritto di opporsi, in tutto o in parte, alla comunicazione dei propri dati personali a tali soggetti terzi, nonché al loro successivo trattamento per finalità di marketing e/o vendita diretta, facendone semplice richiesta, senza alcuna formalità, alla Società od ai soggetti terzi cui i dati saranno eventualmente comunicati.

I dati personali dell'Utente non saranno in alcun modo diffusi al pubblico, fatta eccezione per l'eventuale pubblicazione sul Sito del nome, cognome o "nick name" dell'Utente o di immagini o video volontariamente inviate dall'Utente allo scopo precipuo di pubblicarle sul Sito.


6. Diritti del richiedente.

La Società informa che l'art. 7, primo comma, del D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196 ("Codice Privacy”) riconosce, al richiedente, specifici diritti che potranno essere esercitati in qualsiasi momento.

I soggetti cui si riferiscono i dati personali hanno il diritto in qualunque momento di ottenere l’indicazione:

a) dell'origine dei dati personali;

b) delle finalità e modalità del trattamento;

c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici;

d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'articolo 5, secondo comma, del D. Lgs. 30 giugno 2003, n. 196;

e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

Ai sensi del menzionato art. 7, secondo comma, del D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196, il richiedente ha il diritto di chiedere:

a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati;

b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;

c) l'attestazione che le operazioni di cui alle precedenti lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.

Le richieste andranno rivolte al titolare del trattamento, anche attraverso l'indirizzo di posta elettronica risorse@prealpina.it, specificando il Vostro nome per intero ed il Vostro indirizzo e-mail.