Busto Arsizio 23-05-2015

L'INCHIESTA

L'indagine stritola la Pro Patria

Calcioscommesse, nelle intercettazioni spunta l'accordo tra Vavassori e Ulizio. Rischio sportivo: retrocessione a tavolino. E sabato 23 maggio i tigrotti sfidano il Lumezzane nella gara d'andata dei playout

Il ciclone è arrivato, facendo a brandelli entusiasmo e illusioni. Ha portato chi si vendeva le partite della Pro Patria in cella e ha lasciato una città fra rabbia e smarrimento. E ora, nella conta dei crolli (l'ultimo è l'esonero del direttore sportivo Fabio Tricarico), resta da capire se il palazzo principale - cioè la Pro Patria stessa, al di là dei singoli - resterà in piedi.

Rischio sportivo? Retrocessione

Una questione che si risolverà quando la Procura federale (oltre a ciò che farà penalmente la Procura della Repubblica) avrà messo assieme i tasselli della vicenda per quanto le compete. E deciderà se il pasticciaccio brutto in cui il team tigrotto è stato infilato meriti provvedimenti drastici, che possono arrivare fino alla retrocessione a tavolino del club, a prescindere da come finiranno i playout col Lumezzane.
«Per arrivare a sanzioni così pesanti, di solito, serve che sia coinvolto il legale rappresentante. O un numero molto rilevante di tesserati», spiega Eduardo Chiacchio, avvocato specialista in faccende sportive, che da alcune realtà del sud invischiate nell'inchiesta ha già ricevuto mandato legale.
Oggi appunto la Pro Patria - che si allena in uno stadio Speroni blindato, dove nessuno ha più libero accesso per non turbare ulteriormente la squadra - sta correndo in entrambi i casi sul filo del rasoio.

Vavassori & Ulizio: quale intesa?

Perché che Pietro Vavassori, il proprietario, abbia affidato le chiavi della gestione sportiva fino a gennaio a Mauro Ulizio - il direttore generale che per primo è stato risucchiato dallo scandalo scommesse - lo sanno anche le pietre. Ma è anche vero che Vavassori nella faccenda delle puntate non c'entra senz'altro nulla, come lui stesso ha detto. Il problema è che il patron solo a girone d'andata finito si è reso conto di aver compiuto un grave errore ed è corso ai ripari.
Lui che respinge la definizione di «soci occulti» che gli inquirenti ripetono con costanza nell'ordinanza di custodia cautelare nei confronti di Ulizio e del suo uomo di fiducia Massimiliano Carlino, finiti in galera con tre calciatori (Ulizio junior, Gerolino e Melillo) e l'ex allenatore Marco Tosi.

Telefonate inquietanti

Il faldone d'altronde è pieno di intercettazioni in cui gli arrestati spiegano il loro dominio sul mondo bustocco e parlano fra loro del rapporto con Vavassori, spiegando l'esistenza di un accordo per reggere le sorti della società, di soldi versati nella casse del club, di bisticci per impegni non rispettati. Realtà? Fraintandimenti? Millantato credito (in ogni senso)?
Al di là delle responsabilità penali, l'intreccio può costare caro alla Pro Patria. Può definire una responsabilità di fatto - seppur indiretta - della società, che dall'incauto affidamento potrebbe uscire con le ossa rotte. Mentre le indagini vanno avanti, i nuvoloni non si diradano.

Quel "coso firmato". E intercettato

Sono numerose le intercettazioni telefoniche degli inquirenti che alludono al rapporto di socio occulto tra il rpesidente della Pro Patria, Pietro Vavassori e il direttore generale Mauro Ulizio. Come quando Ulizio parla con il figlio Andrea e gli esprime la volontà di allontanarsi dal club.

M. Ulizio: Mi sono appena lasciato con Vavassori
A. Ulizio: Eh...
M. Ulizio: ...ehm...praticamente io gli ho detto che me ne voglio...che voglio mollare..no? C'è una situazione dove c'è...c'è confusione...poi ieri mi hanno raccontato cos'ha fatto...
A. Ulizio: Cos'ha fatto?..
M. Ulizio: Eh...dice che praticamente ha fatto come se avesse fatto capire che comunque che...Gerolino..qualcun'altro giocava contro..no?..E quindi....e quindi....niente..praticamente bisogna. sotto quel punto di vista, io gli ho detto..bisogna che..ehm..cioè non c'è...con c'è più l'ordine..non c'è più..più. Quindi io alla fine gli ho detto "mi ridai i miei soldi e quelli che..quelli che ho messo miei personali e finisce qui la nostra avventura."..e lui mi ha detto..lui mi ha detto.."no io non te li ridò perché in questa situazione qui tu hai fatto degli errori e quindi se tu vuoi che io ti ridò i soldi devi fare come ti dico io."..."in che senso?"..gli ho detto.."eh..nel senso che adesso o tu mi dimostri che praticamente..mi rimetti....mi rimetti in ordine la squadra e cominciate a vincere e quindi ti esponi e ti prendi le responsabilità. allora ti prendi le responsabilità..io metto i soldi..quelli che ci sono da mettere fino adesso. ti garantisco che se non va bene ti riprendi i tuoi soldi, però ti devi prendere le tue responsabilità perchè io a sto punto sto facendo una figura di merda.".. Perciò io gli ho detto..."no io non voglio espormi perchè sono in una situazione dove non posso". e lui mi ha detto..."va bene allora il nostro accordo finisce qui e non ti esponi però io non mi sento neanche di doverti ridare niente perchè sono convinto che io non sono in torto.".. Gli ho detto.."guarda, io non ti dico che mi espongo.. però ti dico anche che. se non dovessi espormi. c'è poi dopo devo far di tutto per recuperare i miei soldi.

Il 23 gennaio Ulizio parla della questione con Massimiliano Carluccio, suo uomo di fiducia.


Ulizio: Eh... io gli ho detto: lunedì vado da Vavassrori, ci parlo e gli dico che ho i motivi per tirarmi indietro, perché ha fatto errori... ok?.. Guarda, purtroppo in queste condizioni non ci sto, hai fatto sbagli.
Carluccio: Perché hai litigato con Vavassori no?
Ulizio: No, no, no... io non ho litigato, però siccome lui ha sbagliato a mettere... allora, la persona che ha preso il settore giovanile, no?..
Carluccio: Eh, me l'hai detto già, che non ha portato soldi, che non ha messo soldi...
E poi ancora conversano
Ulizio: ieri poi ho parlato con l'avvocato... cioè, loro sai cosa sono andati a dire?..
Carluccio: No...
Ulizio: "non dite che Ulizio fa parte di....".. gli ho detto: ma che cazzo fai, oh!...ti sei bevuto il cervello?..
Carluccio: Non dite che Ulizio fa parte?..
Ulizio: fa parte della...
Carluccio: della Pro Patria?..
Ulizio: Eh... capito?..
Carluccio: Eh, cazzo... te i soldi li hai messi e non fai parte di nulla?..
Ulizio: No, no, gli ho detto: "ti sei bevuto il cervello... tu vai a raccontare cazzate alla Procura?..ma... Ulizio fa il mercato, Ulizio fa quello, Ulizio fa quell'altro... spiegami perché sei andato a fare una cosa del genere?.. a dire... lui, chiaramente l'avvocato non mi ha saputo dare spiegazioni reali, io oggi ho avuto una mezza spiegazione con Vavassori... però cosa ho fatto, l'ho presa come spunto... perchè ho detto...
Carluccio: però non va bene che lui alla Procura ha detto così, comunque...
Ulizio: No, certo... è sbagliato...
Carluccio: Perchè se la procura fa indagini... fa indagini e vede che te...
Ulizio: E' quello che gli ho detto io
Carluccio: Che te fai... fai mercato, fai questo, fai tutto ... ti spaccano il culo a te.
Ulizio: Spaccano il culo a me ed anche a loro... non tanto a me perché... io cazzate non ne ho raccontate! ... non mi hanno ancora interrogato... prima o poi mi interrogheranno...
Carluccio: C'hai i 100 mila euro che gli hai dato, abbiamo il coso firmato, va be!...
Ulizio: Bravo, bravo, bravo, bravo... hai le prove?.. gli dirò: "certo, guarda c'è l'accordo."..

Lo stesso problema si ripropone quando il direttore Ulizio parla con il tecnico Marco Tosi.

Ulizio: mi è arrivata una mail ufficiale addirittura infatti ho chiamato Valvassori incazzato nero se mi rispondeva me lo mangiavo, meno male non ha risposto.
Tosi: una mail ufficiale per cosa...
Ulizio: che praticamente se se entro... entro il 16 non gli versavo questi soldi ehm... mi veniva ehm... era decaduto il nostro accordo... ma ti rendi conto?
Tosi: ho capito! bah!
Ulizio: che pezzo di merda questo qua...
Poco dopo aggiungono
Tosi: che vuol dire che praticamente.. ti fa fuori? cioè che prende tutto in mano lui?
Ulizio: se non gli verso se non gli verso 50.000 euro...
Tosi: ma come si fa dai! cioè ma scusa gli hai dato adesso, gli hai dato adesso i soldi di Marteddu... cè voglio dire 10 giorni fa neanche...
Ulizio: eh hai capito...
Tosi: ragazzi ma... come si fa dai ma come si fa...
Ulizio: ma stiamo scherzando? 480.000 euro versati...

E sabato 24 maggio tigrotti in campo

La Pro Patria si presenta sabato 23 maggio (ore 16) allo stadio Tullio Saleri di Lumezzane per la gara d'andata dei playout. Col portiere Melillo finito in carcere nell'ambito dell'inchiesta Dirty Soccer, mancheranno gli ex Lumezzane Nossa e Pantano oltre ai centrocampisti Bovi e Cannataro, ma rientrerà Calzi. Di seguito le probabili formazioni.

LUMEZZANE (4-4-2): Furlan; Monticone, Belotti, Nossa, Pippa (Pantano); Potenza, Baldassin, Genevier, Varas; Sarao, Cruz (Ekuban). A disposizione: Bason, Biondi, Pantano, Mogos, Gatto, Alimi, Ekuban. All. Nicolato.

PRO PATRIA (4-3-3): Perilli; Guglielmotti, Pisani, Lamorte, Taino; Palumbo, Calzi, Arati; Candido, Serafini, Terrani. A disposizione: De Tommaso, Botturi, Panizzi (Zaro, Graham), Giorno, Romeo (Casolla, Brunori), D'Errico, Baclet. All. Montanari.

Arbitro: Valerio Marini della sezione di Roma 1.

Ampi servizi sulla Prealpina in edicola domenica 24 maggio.

Marco Linari

© Riproduzione Riservata

Privacy Policy


La Presente Privacy Policy ha lo scopo di descrivere le modalità di gestione del sito web www.prealpina.it (in seguito anche il “Sito”), in riferimento al trattamento dei dati personali dell’Utente che lo consulta (in seguito anche l’“Utente”).

Si tratta, in particolare, di un’informativa che è resa ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. n. 196/03 recante il “Codice in materia di protezione dei dati personali” (in seguito anche “Codice Privacy”) a coloro che si collegano al Sito.

Il Sito è di proprietà della Società Sev S.p.A. con sede legale in (21100) Varese, Viale Tamagno, 13, CF e P. IVA 00237060124 (in seguito anche la “Società”), che garantisce il rispetto della normativa contenuta nel Codice Privacy.

La presente informativa è resa solo con riferimento al Sito e non anche per altri siti web eventualmente consultati dall’Utente tramite link.

L’Utente dovrà leggere attentamente la presente Privacy Policy prima di inoltrare qualsiasi tipo di informazione personale, di compilare qualunque modulo elettronico presente sul Sito stesso o di sottoscrivere una delle tipologie di abbonamento al quotidiano La Prealpina offerte sul Sito (in seguito anche “Abbonamento”).


1. Titolare del trattamento.

Il Titolare del trattamento è la Società Sev S.p.A. con sede legale in (21100) Varese, Viale Tamagno, 13, CF e P. IVA 00237060124 ed il responsabile è il sig. Marcello Antonio.


2. Tipologia di dati trattati e finalità di trattamento.

1) Dati di navigazione.

I sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del Sito acquisiscono, nel normale esercizio, alcuni dati personali che vengono poi trasmessi implicitamente nell’uso dei protocolli di comunicazione Internet.

Si tratta di informazioni che, per loro natura, potrebbero, mediante associazioni ed elaborazioni con dati detenuti da terzi, permettere di identificare gli Utenti (ad esempio, tramite l’indirizzo IP, i nomi di dominio dei computer utilizzati dagli Utenti che si collegano al Sito, …) (in seguito anche i “Dati”).

I Dati vengono utilizzati solo per informazioni di tipo statistico (e sono, quindi, anonimi) e per controllare il corretto funzionamento del Sito e vengono cancellati subito dopo l’elaborazione.

I Dati potrebbero essere utilizzati per l’accertamento di responsabilità in caso di ipotetici reati informatici ai danni del Sito o della Società: salva questa eventualità, allo stato, i dati sui contatti web non persistono per più di sette giorni.

Nessun dato personale dell’Utente viene, in proposito, acquisito dal Sito, né viene fatto uso di cookie per la trasmissione di informazioni di carattere personale o di cookie persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi di tracciamento dell’Utente.

L’uso dei c.d. cookie di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell’Utente e svaniscono con la chiusura del bowser) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del Sito

I menzionati cookie di sessione evitano, in ogni caso, il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione dell’Utente e non consentono l’acquisizione di dati personali identificativi dell’Utente.

Per ulteriori approfondimenti circa le tipologie e modalità di utilizzo dei cookie da parte del Sito, è possibile consultare la Cookie Policy qui.

2) Dati forniti volontariamente dall’Utente.

Si tratta dei dati personali forniti direttamente dall’Utente all’atto della registrazione necessaria al fine di accedere al Sito e/o in particolari sezioni dello stesso od alla sottoscrizione di una tipologia di abbonamento proposta sul Sito, vale a dire tutte quelle informazioni personali che consentono l’identificazione dell’Utente (quali, ad esempio, nome e cognome, indirizzo, indirizzo di posta elettronica, numeri telefono, altri numeri e/o codici di identificazione personale) o che sono state inviate alla Società per partecipare alle attività del Sito (ad esempio, immagini o video).

L’invio facoltativo, esplicito o volontario di posta elettronica agli indirizzi indicati sul Sito o la compilazione di moduli per la raccolta dei dati personali o l’invio di materiale audio/video comporta la successiva acquisizione dell’indirizzo del mittente, necessario per rispondere alle richieste, nonché degli eventuali altri dati personali inviati/inseriti.


3. Modalità del trattamento.

I dati personali sono trattati con strumenti automatizzati o manualmente per il tempo strettamente necessario a conseguire gli scopi per cui sono stati raccolti.

Specifiche misure di sicurezza sono osservate per prevenire la perdita dei dati, usi illeciti o non corretti ed accessi non autorizzati. Sul punto, si evidenzia, tuttavia, che, presa coscienza dei rischi legati alla divulgazione di dati personali, nessun sistema è totalmente sicuro od a prova di manomissione da parte di hacker.

A tal fine, la Società evidenzia che sono state poste in essere, ai sensi degli artt. 33 e ss. del Codice Privacy, tutte le misure ragionevolmente necessarie per impedire e minimizzare i rischi dovuti ad accessi non autorizzati, trattamenti, alterazioni o distruzioni non autorizzate o contrarie alla legge.


4. Finalità del trattamento.


I dati personali sono trattati con le finalità di seguito indicate:

a) finalità connesse alla fornitura dei servizi e/o prodotti offerti dal Sito: a mero titolo esemplificativo, fornire i servizi e/o prodotti richiesti dall’Utente; consentire la partecipazione alle attività promosse dal Sito; gestire la comunità degli Utenti; gestire la registrazione al Sito; rispondere a specifiche richieste dell’Utente; adempiere ad obblighi di legge o contrattuali (od esercitare facoltà derivanti dal contratto). Il conferimento dei dati per tale finalità è necessario per usufruire dei servizi richiesti o di accedere al Sito.

b) Invio di comunicazioni commerciali (marketing) e vendita diretta: previo ottenimento del consenso espresso da parte dell’Utente, i dati personali potranno essere utilizzati a fini di invio di comunicazioni commerciali (marketing) e/o vendita diretta, tramite e-mail, fax, telefono ed ogni altra tecnologia di comunicazione a distanza, presente od in futuro sviluppata, per la promozione di beni e servizi propri o di soggetti terzi. Il conferimento dei dati per tale finalità è facoltativo ed un eventuale rifiuto al conferimento non comporterà l’impossibilità di usufruire dei servizi offerti dalla Società.

Tuttavia, anche in caso di consenso, l’Utente avrà comunque il diritto di opporsi, in tutto od in parte, al trattamento dei propri dati personali per finalità di marketing e/o vendita diretta, facendone semplice richiesta alla Società, senza alcuna formalità.


5. Ambito di comunicazione e diffusione.

Potranno venire a conoscenza dei dati personali dell'Utente, i soggetti nominati di volta in volta dalla Società quali responsabili od incaricati del trattamento, in particolare la società SOFTPLACE Srl, con sede legale in Via Massaua n. 6 – 13900 BIELLA (BI) – CF e P.IVA 02255690022 essendo, quest’ultima, incaricata dalla Società della gestione e della manutenzione del Sito.

I dati personali potranno essere comunicati a:

- società controllate/controllanti o collegate della Società, soggetti cessionari di azienda o di ramo d'azienda, società risultanti da possibili fusioni o scissioni della Società, i quali potranno utilizzarli per le medesime finalità specificate alle lettere a) e b) di cui sopra.

Previo ottenimento del consenso espresso dell'Utente, i dati personali potranno altresì essere comunicati a:

- altre società che svolgono attività nei settori dell'intrattenimento, delle produzioni audio/video, dei social networking;

- società partner commerciali, coinvolte in specifici progetti/iniziative promossi dalla Società sul Sito, cui l'Utente ha aderito.

Le suddette società potranno, a loro volta, utilizzarli per finalità di marketing, comunicazioni pubblicitarie e vendite diretta relativamente a beni e servizi propri o di terzi, tramite e-mail, fax, telefono e qualsiasi altra tecnica di comunicazione a distanza, presente od in futuro sviluppata. Tali soggetti agiranno come autonomi titolari del trattamento.

Il consenso alla comunicazione dei dati personali è facoltativo ed un eventuale rifiuto non comprometterà la possibilità di iscriversi al Sito e partecipare alle iniziative promosse dalla Società. Anche in caso di consenso, l'utente avrà comunque il diritto di opporsi, in tutto o in parte, alla comunicazione dei propri dati personali a tali soggetti terzi, nonché al loro successivo trattamento per finalità di marketing e/o vendita diretta, facendone semplice richiesta, senza alcuna formalità, alla Società od ai soggetti terzi cui i dati saranno eventualmente comunicati.

I dati personali dell'Utente non saranno in alcun modo diffusi al pubblico, fatta eccezione per l'eventuale pubblicazione sul Sito del nome, cognome o "nick name" dell'Utente o di immagini o video volontariamente inviate dall'Utente allo scopo precipuo di pubblicarle sul Sito.


6. Diritti del richiedente.

La Società informa che l'art. 7, primo comma, del D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196 ("Codice Privacy”) riconosce, al richiedente, specifici diritti che potranno essere esercitati in qualsiasi momento.

I soggetti cui si riferiscono i dati personali hanno il diritto in qualunque momento di ottenere l’indicazione:

a) dell'origine dei dati personali;

b) delle finalità e modalità del trattamento;

c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici;

d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'articolo 5, secondo comma, del D. Lgs. 30 giugno 2003, n. 196;

e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

Ai sensi del menzionato art. 7, secondo comma, del D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196, il richiedente ha il diritto di chiedere:

a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati;

b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;

c) l'attestazione che le operazioni di cui alle precedenti lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.

Le richieste andranno rivolte al titolare del trattamento, anche attraverso l'indirizzo di posta elettronica risorse@prealpina.it, specificando il Vostro nome per intero ed il Vostro indirizzo e-mail.